Logo Parco Archeologico Naxos Taormina
Parco Archeologico 
Naxos Taormina
Città metropolitana di 

Le Terme

Probabilmente già in età augustea, tuttavia, questo versante sembra occupato dall’edificio termale, che ampliandosi finirà nel II secolo d.C. per sovrapporsi ed obliterare il già descritto edificio pubblico ellenistico. Scavi condotti nel 1964-1966, e successivamente nel 1988, hanno messo in luce una serie di tre vasti ambienti riscaldati (caldaria) riferibili ad età Antonina. La planimetria sembra discostarsi dal tipo canonico assiale.

E’ stata avanzata l’ipotesi che il tepidarium fosse articolato in altrettante sale ordinate in una fila simile e giustapposte a nord, ora inglobate nelle case di Via della Zecca, le quali in qualche misura possono indicare le dimensioni complessive dell’edificio, calcolabili intorno ai m 38 x 27. Le grandi dimensioni come l’apparato musivo di crustae marmoree di rivestimento parietale, di soffitti a mosaico designano il carattere pubblico dell’edificio termale

Top