Logo Parco Archeologico Naxos Taormina
Parco Archeologico 
Naxos Taormina
 
  • Traduzione by Google Translate

    EnglishItalian
  • Palazzo Ciampoli


    Palazzo Ciampoli fu edificato nel 1412 in stile gotico catalano. La data risulta nello stemma contenuto nel rombo sopra il portale principale, ma l’esistenza di due stemmi uguali, lo scudo con la bandiera e lo scudo con tre stelle, sia nel Palazzo Ciàmpoli sia nel Palazzo Corvaja, ha fatto ritenere che in passato la magione fosse appartenuta ai Corvaja.

    Inoltre, la bandiera al vento sopra il portale d’ingresso (araldica dei Damiano Rosso) e lo scudo stellato che chiude l’angolo della fascia marcapiano (araldica dei De Thermes) lascia pensare che queste due famiglie abbiano a che fare con la nascita del palazzo. Forse furono loro a iniziare la costruzione prima che, nella metà del XV secolo, venisse edificato il secondo ordine con connotazioni ispanizzanti.

    La magione assunse poi il nome di Ciàmpoli dalla famiglia che ne mantenne la proprietà fin quando non venne acquistato dalla Regione Siciliana.

    Tutta le dimore nobili taorminesi furono costruite dentro il perimetro fortificato, a esclusione proprio del Palazzo Ciàmpoli, eretto lungo la via Consolare Valeria, nel borgo medievale della città che un tempo si estendeva dalla torre dell’Orologio fino a porta Catania, all’interno della cinta muraria, nei pressi della Cattedrale.

    La data del 1412, comunque, segnò in Sicilia il tramonto del partito latino, Chiaramontano e l’avvento del partito Catalano. E i palazzi e le chiese persero la loro caratteristica struttura di fortezza per diventare eleganti dimore.

    Palazzo Ciàmpoli si erge, quasi con alterigia, con un prospetto semplice ed elegante segnato da merli e con cinque bifore poggiate su una fascia marcapiano bicroma di rara bellezza, lavorata a piccoli rosoni, con intarsi di pietra lavica e pietra di Siracusa. La struttura mostra soltanto il suo prospetto principale, che poggia su un’ampia e ripida scalinata, suo naturale basamento; molto bello è anche il prospetto est, celato, quasi invisibile, intimo e riservato.

    Nel giardino del palazzo, nel 1926, nacque l’hotel Palazzo Vecchio, così chiamato perché, nell’architettura, ricordava vagamente, quella del Palazzo della Signoria a Firenze.

    Fino a qualche anno addietro, poi, Palazzo Ciàmpoli ha ospitato uno dei più noti locali notturni taorminesi, il Sesto Acuto, che doveva il suo nome agli archi gotici della magione.

    Attenzione: Palazzo Ciampoli è aperto esclusivamente in occasione di eventi e mostre. Guarda nella sezione eventi del Parco Archeologico di Naxos Taormina per maggiori informazioni

    https://www.parconaxostaormina.com/eventi/

    link della posizione:

    https://goo.gl/maps/htwYGiQwjR557QcY6

     

    Top