Logo Parco Archeologico Naxos Taormina
Parco Archeologico 
Naxos Taormina
 
  • Traduzione by Google Translate

    EnglishItalian
  • M.A.FRA. Museo Archeologico Francavilla di Sicilia

    Il M.A. FRA. Museo Archeologico di Francavilla di Sicilia occupa alcune sale dello storico Palazzo Cagnone, edificio del XVI secolo che sorge nel centro storico, all’interno del quartiere medievale, ai piedi dell’altura sovrastata dal Castello Normanno. L’esposizione, preceduta da un video di introduzione al territorio fruibile   al piano terra, si snoda nelle tre sale del primo piano.

    La prima sala è dedicata al periodo protostorico: vetrine e apparato didattico documentano l’esistenza di un insediamento di Siculi, risalente alla fine dell’età del Bronzo (XIII-XII sec. a.C.). La seconda sala è dedicata alla città greca, fondata dai Calcidesi di Naxos che risalirono il corso del fiume Alcantara già nel corso del VII sec.a.C., alla ricerca di terre coltivabili, ma oggi parzialmente sigillata dall’abitato moderno, ad eccezione di un settore visitabile  in  Contrada Fantarilli. Gli scavi hanno riportato alla luce strutture d’abitato che documentano, tra distruzioni e ricostruzioni, una continuità insediativa dal VI al III sec.a.C. (VI –V sec. a.C.; dal 476 a.C. fino alla fine del V-inizi IV sec. a.C.; IV-III secolo a.C.). I numerosi reperti esposti ci parlano di vita quotidiana: di case con tetti in tegole, decorati con antefisse a testa di gorgone o di sileno; di donne dedite alla tessitura; di vasellame per conservare le derrate alimentari, o utilizzato per bere, per mangiare; per illuminare la notte; di contatti commerciali (monete).La terza sala è dedicata al Santuario suburbano della dea Demetra e della figlia Persefone, uno dei complessi sacri di maggiore rilievo della Sicilia greca, per la ricchezza dei depositi votivi (pinakes, protomi, statuette in terracotta). In questa sala sono esposti anche i reperti dalla necropoli di V secolo a.C. Il percorso si conclude con l’esperienza immersiva di un viaggio virtuale indietro nel tempo, alla scoperta della Francavilla greca.

     

     

    Top