Logo Parco Archeologico Naxos Taormina
Parco Archeologico 
Naxos Taormina
 
  • Traduzione by Google Translate

    EnglishItalian
  • A Naxos apre il Giardino delle rose nell’area archeologica

    Immerso nel verde, fra alberi fa frutto e un roseto, il nuovo spazio è dedicato a incontri culturali. Con Naxoslegge primi appuntamenti il 14 e il 18 luglio con la filosofia del paesaggio e la poesia di Dante. Occorre prenotarsi

    GIARDINI NAXOS (Me) 12 luglio 2021 – S’intitola “La bellezza assoluta del giardino”, riunisce gli scritti sulla filosofia ambientale di Rosario Assunto (Caltanissetta 1915 – Roma 1994) considerato il primo paesaggista del Novecento, ed è il libro che, mercoledì 14 luglio (ore 19) nel Parco Archeologico di Naxos, farà da testo-guida in occasione dell’apertura al pubblico di un nuovo spazio immerso nel verde dell’antica Naxos. Un giardino che, per volere della direttrice del Parco, l’archeologa Gabriella Tigano, d’ora in poi nella bella stagione ospiterà eventi culturali e incontri letterari nel cuore dell’area archeologica, della prima colonia dei Greci in Sicilia.

    “Si tratta – spiega la Tigano – del giardino di una villetta, confinante con i terreni del Parco, che un anno fa abbiamo acquisito fra i beni. L’immobile è sede di uffici tecnici dell’Ente, mentre il bellissimo giardino con alberi mediterranei, da frutto e un bellissimo roseto, si presta ad ospitare piccoli eventi circondati dalla bellezza della natura. Uno spazio che abbiamo voluto aprire alla fruizione della comunità di Giardini e dei viaggiatori di passaggio o in vacanza in Sicilia”.

    L’appuntamento, organizzato in collaborazione con NaxosLegge diretto da Fulvia Toscano che coordinerà l’incontro, vedrà la presenza di Massimo Venturi Ferriolo, filosofo e già ordinario di Estetica al Politecnico di Milano, autore della prefazione. Il volume, edito da Deriveapprodi, è un’antologia di testi su natura e bellezza, libertà e fantasia, decorazione e paesaggio, che dimostra come Assunto con la sua opera, e prima ancora col suo pensiero, abbia abbondantemente anticipato alcuni dei concetti più rilevanti della recente riflessione ecologica sulla tutela e la conservazione del paesaggio, naturale o elaborato dall’uomo. “L’uomo che contempla il giardino, vivendo il giardino, solleva se stesso al di sopra della propria caducità di mero vivente” scriveva Assunto. Un modo per intendere il giardino come una pratica insieme estetica e politica per una delle riflessioni più profonde e interessanti del Novecento europeo.

     

    Per il secondo appuntamento nel Giardino delle Rose, domenica 18 luglio (ore 19), sono di scena la poesia e il sommo poeta, Dante, nel quadro delle celebrazioni per l’anniversario della nascita del padre della letteratura italiana previste da NaxosLegge. L’ospite, poeta a sua volta, è Davide Rondoni, autore del libro “Per lei. Per tutti” (ed. Cartacanta), sottotitolo “Appunti su Dante e sull’amore”. Un viaggio nella poetica di grandi maestri, fra versi celebri ed altri quasi invisibili esaminati da un poeta contemporaneo per parlare di amore e di come celebrare l’amore attraverso le parole. Introdotti dalla direttrice del Parco e coordinati dalla Toscano, insieme all’autore saranno Dario Stazzone, presidente della Società Dante Alighieri di Catania, e l’artista Alessandro La Motta.

    Il Giardino delle rose, in presenza delle limitazioni anti-covid, può ospitare circa 50 ospiti. La partecipazione agli incontri è libera ma occorre prenotarsi al nr. 340 293 9860. Ingresso da via Lungomare Schisò.

    Ufficio Stampa Melamedia | info@melamedia.it

    Top